Obbligazioni risarcitorie

Capacità e limiti del condannato di assolvere alle obbligazioni risarcitorie derivanti dal reato in favore della vittima.

Le manifestazioni di interessamento verso le vittime e gli stessi tentativi al fine di lenire il nocumento loro cagionato, restano comunque circoscritte entro i limiti delle concrete possibilità per il condannato di poterle realisticamente rendere esigibili. Sicché, l’indice del ravvedimento che per il condannato che ne ha la capacità viene ricavato dall’effettivo ed integrale adempimento delle obbligazioni civili, per il condannato che non ha mezzi adeguati è tratto da forme alternative di interessamento per le sorti delle persone offese, le quali tengono luogo del concreto sacrificio economico richiesto al primo. Numero 13E20 del 21/01/2020. Continua a leggere →