Archivi tag: benefici penitenziari

Regime detentivo speciale

Sul rigetto dell’istanza finalizzata ad ottenere la fungibilità tra il periodo patito in isolamento durante il regime detentivo speciale di cui all’art. 41-bis Ordinamento penitenziario e la frazione detentiva applicata a titolo di isolamento diurno (Corte di Cassazione, Sezione I Penale, Sentenza 19295/2020). Numerazione in Sequenza 50E20 del 14 luglio 2020

50E20

 

Collaborare con la giustizia

Impossibilità di collaborare con la giustizia, fattispecie negata, in quanto non poteva riconoscersi al soggetto un ruolo marginale all’interno dell’organizzazione criminale.

Ai fini della concessione dei benefici penitenziari, l’accertamento della utile collaborazione con la giustizia non può essere limitato ai delitti ostativi, ma deve invece essere esteso a tutti i delitti che siano con i medesimi finalisticamente collegati, allorché postula un giudizio globale sulla personalità del condannato e del suo concreto ravvedimento, quindi con riferimento a tutti fatti e responsabilità oggetto del processo poi sfociato nella sentenza definitiva. Numero 21E20 del 04/02/2020. Continua a leggere →

Benefici penitenziari

Quando la rigida preclusione all’accesso ai benefici penitenziari stravolge la logica della progressività trattamentale e flessibilità della pena.

È incostituzionale l’art. 58-quater, comma 4, della Legge 26 Luglio 1975, n. 354 (Norme sull’Ordinamento penitenziario e sull’esecuzione delle misure privative e limitative della libertà), nella parte in cui si applica ai condannati a pena detentiva temporanea per il delitto di cui all’art. 630 del Codice penale (Sequestro di persona a scopo di estorsione) che abbiano cagionato la morte del sequestrato. Numero 05E20 del 14/01/2020. Continua a leggere →